Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)

L' art. 16 comma7 del decreto anti-crisi (DECRETO-LEGGE 29 novembre 2008 , n. 185) dispone che "...I professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge. Gli ordini e i collegi pubblicano in un elenco consultabile in via telematica i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di posta elettronica certificata..."

Il possesso della posta elettronica per gli iscritti agli albi porfessionali rappresenta un obbligo anche se non sanzionato, ma la cosa più importante è che il possesso di una PEC per tutti gli iscritti consentirebbe una veloce comunicaizone fra l'Ordine ed i propri iscritti con una conseguente ed importante riduzione dei costi attualmente sostenuti dalla seggreteria dell'Oridne per l'invio delle raccomandate. Pertanto si invitano tutti gli iscritti all'Albo a scaricare il modulo per la richiesta della posta elettronica certificata e di trasmetterlo alla segreteria dell'Ordine unitamente ad un documento in corso di validità per l'avvio della procedura di attivaizone della PEC.

A seguito del protocollo d’intesa sulla Posta Elettronica certificata firmato dall’Epap e dal CONAF, a partire dal 30 ottobre u.s. tutti i Dottori Agronomi e i Dottori Forestali iscritti all’Epap che vogliano usufruire gratuitamente della possibilità di attivare la casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) fornita dall’EPAP dovranno rivolgersi al proprio Ordine Territoriale di appartenenza secondo quanto riportato nelle istruzioni tecniche per l’attivazione della PEC stabilite nella circolare n. 24/2009 del CONAF.

 

Circolare n. 24/2009 del CONAF

Modulo di richiesta P.E.C.

 

L'Epap mette a disposizione di tutti coloro che ne faranno richiesta, tramite il modello che trovate in calce a questa pagina, la possibilità di attivare e utilizzare in modo completamente gratuito, una casella di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.).
La PEC è un servizio che disciplina l’uso della posta elettronica (e-mail) tra le pubbliche amministrazioni, le aziende e i privati cittadini dando valore legale alle e-mail scambiate, sostituendo le tradizionali notifiche a mezzo postale (raccomandate con ricevuta di ritorno) e fornendo lo stesso valore giuridico delle ricevute.
La PEC funziona esattamente come una normale casella e-mail ma ha in sé alcuni vantaggi che la posta elettronica tradizionale non ha.
A differenza della tradizionale posta elettronica, infatti, garantisce opponibilità a terzi ed utilizzabilità nei casi consentiti dalla legge ai sensi del DPR 68/2005 nonché dagli articoli 6 e 48 del Dlgs 82/2005, certezza dell'invio e della ricezione del messaggio con relative data e ora, integrità e riservatezza dei contenuti. I benefici della PEC si riassumono principalmente nella facilità di adozione dello strumento da parte degli utenti, nella riduzione dei flussi cartacei e dei relativi costi di gestione (archiviazione e ricerca) ed in una maggiore efficienza, rapidità e trasparenza nella comunicazione tra le amministrazioni e gli utenti.
Al di la dei vantaggi che il suo utilizzo può apportare nello scambio di informazioni iscritto/Epap e viceversa, la PEC rappresenta un utile strumento di lavoro per i Professionisti poiché il suo impiego può essere esteso, ad esempio, alla trasmissioni di informazioni/comunicazioni con le Pubbliche Amministrazioni, con i fornitori e i clienti, con i propri collaboratori. E’, più in generale, un servizio utile alla trasmissione di tutte quelle comunicazioni che necessitano di “certezza”.
Il funzionamento della PEC è semplice:
I messaggi di posta certificata vengono spediti tra 2 caselle, e quindi Domini, certificati.
Quando il mittente possessore di una casella di PEC invia un messaggio ad un altro utente certificato, il messaggio viene raccolto dal gestore del dominio certificato (punto di accesso) che lo racchiude in una busta di trasporto e vi applica una firma elettronica in modo da garantire inalterabilità e provenienza. Fatto questo indirizza il messaggio al gestore di PEC destinatario che verifica la firma e lo consegna al destinatario (punto di consegna). Una volta consegnato il messaggio il gestore PEC destinatario invia una ricevuta di avvenuta consegna all'utente mittente che può essere quindi certo che il suo messaggio è giunto a destinazione. Durante la trasmissione di un messaggio attraverso 2 caselle di PEC vengono emesse altre ricevute che hanno lo scopo di garantire e verificare il corretto funzionamento del sistema e di mantenere sempre la transazione in uno stato consistente.

 

 

Richiesta delle credenziali di accesso alla casella di PEC

Se avete dimenticato o smarrito la password della casella di PEC potete chiedere la rigenerazione di nuove credenziali di accesso compilando l’apposito modulo che può essere trasmesso (N.B. è necessario ai fini della validità della domanda allegare copia di un valido documento d’identità) oltre che ai riferimenti del gestore riportati sul modulo stesso anche:

1. per e-mail all’indirizzo pec@epap.it
2. per fax al n. 06-6964555
3. per posta all’indirizzo EPAP - Via Vicenza, 7 - 00185 ROMA

 

Modulo di richiesta credenziali di accesso